Per Riabilitazione Neuromotoria si intende la riabilitazione specifica di patologie di origine neurologica come gravi cerebrolesioni acquisite, mielolesioni, Malattia di Parkinson e altri disturbi del movimento,  malattie dei motoneuroni (Sclerosi Laterale Amiotrofica), patologie demielinizzanti (sclerosi multipla),  malattie dei nervi periferici (polineuropatie, poliradicolonevriti),  malattie primitive muscolari (miopatie) ecc…

I principali obiettivi della Riabilitazione Neuromotoria Prosperius Tiberino sono: migliorare le capacità motorie residue, eliminare gli schemi motori patologici, cioè quei movimenti stereotipati e poco funzionali  che si sono strutturati in seguito alla patologia come conseguenza di una riorganizzazione spontanea e non guidata del movimento; migliorare la coordinazione e l’equilibrio, stimolare le capacità cognitive (attenzione/concentrazione), stimolare l’integrazione corporea, eliminare le sinergie motorie cioè quei movimenti involontari che si manifestano sempre associati a movimenti volontari, dai quali però non si riesce a dissociarli,  riorganizzare il movimento per renderlo il più funzionale possibile,  coscientizzare il movimento per favorirne l’apprendimento con l’obiettivo finale  di aumentare il grado di autonomia del paziente nelle attività di vita quotidiana.